SINCLAIR COMPUTER

SYSTEMS EDITORIALE

1983/1985 - 10

Dedicato ai piccoli sistemi di Clive Sinclair, la rivista visse un momento di gloria tra il 1984 e l’85, ma la sua carica espansiva si esaurì contestualmente con il declino del computer al quale era dedicata.

Di Sinclair Computer mi piace ricordare due cose: come è nata e come mi ha impedito di lanciarne una anche per le macchine Apple.

I computer Sinclair erano importati dalla GBC di Jacopo Castelfranchi, anch’egli editore (fra l’altro) attraverso la Jackson e la JCE. Prima di lanciare la testata, mi sembrò doveroso andare a trovare Castelfranchi per esporgli il progetto ed ottenerne in un certo senso la benedizione. Castelfranchi fu generoso non solo di suggerimenti, ma anche di aiuti sotto forma di pagine pubblicitarie. Ma, soprattutto, né la Jackson né la JCE pubblicarono mai una rivista per utenti Sinclair.

In casa Commodore l’uscita di Sinclair Computer destò non pochi malumori. Venni convocato da Sergio Messa che, fra l’altro era stato informato del fatto che stavo anche preparando una rivista per utenti Apple (avevo già presentato il progetto sia a Lasagni della Iret, sia a Lou Calcagno, in quel momento direttore generale di Apple Italia). Venni caldamente convinto a non dare seguito al progetto. Il che non impedì che lo facessero altri.

da un'intervista a Michele Di Pisa

Fonte: Ready64 - "Storia delle testate System Editoriale"